Qual è realmente l’odore della cannabis?

Qual è realmente l’odore della cannabis?

L’odore della cannabis è particolarmente pungente e aromatico quando viene essiccata e conciata. La maggior parte delle persone descrive questo aroma come terroso, legnoso ed erbaceo. È difficile da definire con precisione, ma l'iconico e caratteristico profumo della cannabis spesso è facile da notare anche se avete solamente un piccolo bud in una stanza.

Ciò che rende la cannabis una tale delizia aromatica per gli intenditori è la presenza di una miriade di profumi chimici, dolci, fruttati etc etc. I quali possono variare da una varietà all'altra e da un fenotipo all'altro e sono dovuti alla presenza dei terpeni.

I terpeni sono dei composti naturali che forniscono sapore e aroma in svariati tipi di frutta ed erbe, tra cui la cannabis. Una varietà capace di offrire la giusta combinazione tra potenza, profumo ed un gusto ricco e soddisfacente sarà sempre amata dai consumatori di cannabis. Oltre ad immergerci nei profumi dell'erba, vi daremo anche alcuni consigli per aumentare il contenuto di terpeni nelle vostre coltivazioni di cannabis e vi suggeriremo alcune varietà che stuzzicheranno il vostro senso dell'olfatto come nessun altro!

Correlati:
Tutto ciò che c’è da sapere sui terpeni della cannabis

L’odore caratteristico ed intramontabile dell’erba

Spesso viene detto scherzosamente che se chiedete a 10 esperti di cannabis la loro opinione su un particolare argomento, riceverete 11 risposte diverse. Quando si tratta di profumi della cannabis, le opinioni su quale sia il migliore potrebbero essere davvero molto diverse.

Alcune persone amano le varietà di cannabis dall’odore caratteristico. Altri ritengono che non ci sia nulla in grado di battere l’odore pungente e penetrante delle famiglie di semi di cannabis Skunk. Altri ancora amano gli odori dolci e fruttati e il profumo di caramelle. Negli ultimi anni, i gusti e gli aromi più forti che troviamo nella collezione di semi di cannabis USA sono diventati particolarmente popolari.

Uno dei motivi per cui così tante persone si coltiva i propri semi di cannabis in casa è per assicurarsi il raccolto perfetto in base alle proprie esigenze personali. Non solo potete coltivare i vostri ceppi preferiti, ma potete anche decidere esattamente come coltivare i vostri semi di cannabis selezionando il momento ottimale del raccolto per ottenere l'effetto perfetto per voi! Una volta che vi siete abituati a coltivare i migliori semi di cannabis esattamente come più vi piace, difficilmente tornerete a comprare l'erba in giro.

Correlati:
I modi migliori per essiccare e conciare la cannabis

Il classico odore della cannabis - un mix complesso di numerosi terpeni

Smoke-with-terpenes-cannabis-smell-aroma-dutch-passion

Chiunque abbia mai visto un rapporto analitico di un laboratorio di analisi della cannabis saprà che esistono decine di terpeni diversi che possono essere presenti in una gamma illimitata di combinazioni e rapporti. Anche una piccola variazione nella concentrazione dei singoli terpeni può essere di grande impatto sull'odore finale dell'erba. Ecco perché diversi fenotipi coltivati dalla stessa confezione di semi di cannabis possono avere un aroma nettamente diverso.

E' importante dire che le condizioni ambientali come l'illuminazione, le sostanze nutritive, la temperatura e l'umidità influenzano il profilo terpenico finale nei bud raccolti. Anche il tipo di semi di cannabis avrà una grande influenza sull’odore finale dell'erba.

Correlati:
Come aumentare il livello dei terpeni nella cannabis

Potete comprare e coltivare semi di cannabis dal profumo potente e accattivante. Se amate quei fiori che hanno un potente odore chimico di carburante, allora adorerete la vincitrice di cannabis cup, Kerosene Krash. O forse preferite quegli odori più dolci e delicati delle varietà di cannabis fruttate. Se così fosse, potreste apprezzare qualcosa di più simile alla famiglia dei semi di cannabis Orange e godere dei dolci odori agrumati e dei deliziosi sapori che vi faranno venire l’acquolina in bocca.

Sicuramente se avete già un'idea del tipo di odore di erba che preferite siete avvantaggiati. Alcuni coltivatori amano indistintamente tutti i diversi odori della cannabis. Altri hanno messo a punto le loro varietà preferite nel corso degli anni. Ad esempio, la caratteristica collezione di semi di cannabis Afghani Kush produce un odore di hashish ricco e profondo che alcuni coltivatori ritengono imbattibile.

Altri coltivatori amano i profumi dolci e scuri tipici delle varietà Blueberry e Blackberry che provengono dalla famiglia di semi di cannabis Blue. Coltivare i propri semi di cannabis apre le porte ad un meraviglioso mondo di odori, sapori e varietà che altrimenti non sarebbero possibili.

Semi autofiorenti o femminizzati per ottenere la cannabis più profumata?

Non importa quale tipo di semi sceglierete. Otterrete una cannabis profumata sia dai semi autofiorenti che da quelli femminizzati. Ciò che è più importante è la qualità della genetica della cannabis usata durante il processo di selezione. Sia che preferiate coltivare semi autofiorentisemi femminizzati fotoperiodici, sarete in grado di trovare la varietà perfetta per voi.

Ricordate che molte varietà di cannabis moderne offrono un potente profilo di cannabinoidi. A volte il fattore che differenzia un buon raccolto e un raccolto indimenticabile è proprio il profumo piuttosto che una piccola differenza nei livelli di THC. Non solo l'aroma della cannabis dà forma alle vostre prime impressioni sull’aspetto finale, ma in molti ritengono che il profilo terpenico sia in grado di guidare (o modulare) lo sballo della cannabis.

Una cosa su cui tutti i consumatori di cannabis sono d'accordo è che un profumo insipido è sempre deludente e insoddisfacente. Non si coltivano molti semi di cannabis ogni anno, il Seed Finder di Dutch Passion potrebbe aiutarvi ad individuare i migliori semi per la vostra prossima coltivazione. Sia che stiate coltivando indoor, outdoor o in serra, il Seed Finder vi pone alcune semplici domande prima di consigliarvi i migliori semi di cannabis per le vostre esigenze.

I terpeni della cannabis, fondamentali per l’aroma dell’erba

Terpenes-Blog-what-does-weed-smell-like

I terpeni sono gli elementi chimici aromatici che formano il complesso e multisfaccettato profumo della cannabis. Se iniziate con le genetiche di cannabis giuste sicuramente vi sembrerà di gustare un dolce gelato, la vostra erba profumerà come fosse appena uscita da una gelateria!

O forse preferite un odore più chimico che puzza deliziosamente di carburante e diesel. Parte del fascino senza tempo della cannabis è che la moltitudine di terpeni permette una gamma quasi infinita di odori e sfumature. Ecco alcuni tra i terpeni più comuni che troviamo nella cannabis:

Limonene: Spesso si trova nelle varietà profumate agli agrumi come l’Orange Bud e altri membri della famiglia dei semi di Cannabis Orange.

Correlati:
Cos'è il limonene e cosa fa questo terpene della cannabis?

Beta-Cariofillene: a volte conosciuto semplicemente come cariofillene, questo terpene regala un odore speziato e legnoso di chiodi di garofano e pepe alla vostra cannabis.

Beta-caryophyllene

Correlati:
Cos'è il beta-cariofillene e cosa fa questo terpene della cannabis?

Mircene. Il mircene è uno dei terpeni più comuni che si trovano nella cannabis. Ha un aroma dolce e piacevole e si trova anche nel luppolo.

Correlati:
Cos'è il mircene? Usi ed effetti del terpene mircene.

FAQ’s sull’odore della cannabis

Jars-of-weed-smelling-cannabis-dutch-passion-seed-company

L'erba più profumata proviene dai semi autofiorenti o da quelli femminizzati foto dipendenti? 
Entrambi i tipi di semi produrranno un’erba dall'ottimo odore. Allo stesso modo, potete ottenere un livello di potenza superiore sia dai semi autofiorenti che da quelli femminizzati. Molto dipende dalla qualità dei semi di cannabis originali e dal modo in cui vengono coltivati. Se coltivate i migliori semi di cannabis in condizioni ottimali, sicuramente otterrete un'erba dall'ottimo odore. Non importa se i semi sono autofiorenti o femminizzati (oppure regolari).

Quali sono le altre piante che hanno l'odore dell'erba? 
La Cleome, conosciuta anche come Spider Flower Leaves, è un arbusto abbastanza comune che odora esattamente come l'erba. Questo è dovuto al profilo terpenico che ha alcune forti somiglianze con il profilo terpenico della cannabis.

Una coltivazione totalmente biologica può migliorare l'odore della mia erba?
Ottimizzando le condizioni di coltivazione permetterete alle vostre piante di crescere al massimo del loro potenziale genetico. Molti coltivatori ritengono che una coltivazione biologica della cannabis sia il modo migliore per massimizzarne l'odore. L'uso dei fertilizzanti organici a lento rilascio di BioTabs è consigliato a tutti coloro che vogliono una coltivazione alla massima potenza.

Una coltivazione organica non solo vi aiuta a produrre il risultato migliore, ma è anche un modo per semplificarvi la coltivazione, in quanto vi basterà aggiungere solamente dell’acqua per tutta la durata della coltivazione. Sarà necessario solo verso la fine della fase di fioritura, ma non sempre, un fertilizzante liquido adatto alla fioritura.

Che cos’è il blue light treatment per migliorare il profilo terpenico della cannabis? 
Alcuni intenditori di cannabis ritengono che l'odore migliore si ottiene quando alla fine della fase di fioritura viene data alla piante esclusivamente una luce blu durante gli ultimi 3 giorni. I coltivatori che usano le luci di coltivazione a LED a spettro regolabile spesso disattivano le lunghezze d'onda rosse durante gli ultimi giorni e lasciano le piante sotto una luce blu dominante.

La logica è che questa luce blu agisca in modo da massimizzare la produzione dei terpeni. Alcuni coltivatori usano le lampade HID a dominanza blu oppure delle lampade ad alogenuri metallici in ceramica a dominanza blu durante gli ultimi giorni prima del raccolto.

Qual è realmente l’odore della cannabis?
Settembre 10th 2021
Categorie : Pianta di Cannabis

lascia un commento