Tutto quello che c’è da sapere sui terpeni

Tutto quello che c’è da sapere sui terpeni

I terpeni sono dei composti naturali, oleosi e aromatici che vengono prodotti sia dalle piantine di cannabis che da molte altre piante. I composti terpenici sono la causa dei forti odori aromatici prodotti dalla cannabis. Molte persone pensano che i terpeni siano in grado di agire come modulatori dell'effetto cannabinoide. Gli stessi terpeni hanno effetti fisici sul corpo, e sono prodotti dalle stesse ghiandole vegetali che producono i cannabinoidi. Se avete già coltivato l'Orange Bud e se avete strofinato le dita contro i germogli di questa varietà, avrete già avuto modo di notare un forte odore agrumato difficile da eliminare. Questo succede perchè l'Orange Bud contiene alti livelli di terpene limonene.

 

Che cosa sono i terpeni delle cannabis?

 In primo luogo, dovete sapere che esistono oltre 100 terpeni, ciascuno si caratterizza per il suo profumo, il suo sapore e i suoi effetti medici. Sono proprio i terpeni che conferiscono alle diverse varietà di cannabis gli aromi che le caratterizzano. Inoltre, i terpeni si trovano anche in altre piante, dalle foglie degli alberi ai petali dei fiori. Anche i funghi, le alghe e i batteri producono composti terpenici.  I terpeni naturali sono responsabili dei profumi unici che donano un senso di calma quando si respira l'aria fresca e profumata del mattino o quando si passa davanti a dei fiori.

Terpenes occur in cannabis and flower petals

Come funzionano i terpeni della cannabis?

I terpeni sono ampiamente utilizzati nell'industria farmaceutica, biotecnologica, alimentare e cosmetica. Si tratta di una vasta gamma di composti chimici, che possono essere relativamente semplici o avere strutture complesse. Dovete sapere che i terpeni sono composti delicati che possono essere facilmente distrutti se la stanza di coltivazione (in inglese “grow room”) è troppo calda, o se i germogli delle piantine sono troppo secchi o mal curati.

Molti dei terpeni presenti nella cannabis sono già ben conosciuti e apprezzati per la loro presenza in fiori, frutti, spezie e altre fonti naturali di piante e animali. Gli aromaterapisti conoscono e sfruttano i terpeni da diversi anni.


I terpeni più importanti

L’alpha-pinene

L'alfa-pinene è il terpene associato all'odore di pino. Si trova comunemente all'interno degli aghi di pino, del rosmarino, del basilico, del prezzemolo e dell'aneto. Gli erboristi lo usano per curare l'asma, il dolore, le ulcere e l'ansia.  Alcuni dicono che migliora la vigilanza. Vaporizza a 155° C (311°F).

 

Il mircene

Il mircene ha un profumo terroso e leggermente muschiato che può ricordare i chiodi di garofano o il cardamomo. Si trova nel mango, nella citronella, nel timo e nel luppolo e ha un effetto rilassante e sedativo. Vaporizza a 167°C (332°F).

 

Il limonene

Il limonene ha un aroma agrumato e fresco. Si trova in varietà come la Californian Orange, l'Orange Bud, l'Orange Hill Special, la Passion Fruit e altre varietà della famiglia delle cannabis agrumate. Il limonene si trova anche negli agrumi e nella scorza della frutta, nella menta piperita, nel rosmarino e nel ginepro. Gli erboristi usano il limonene per trattare l'ansia, la depressione, le infiammazioni e il dolore. Può aiutare a sollevare il morale e ad alleviare lo stress. Vaporizza a 176°C (348°F).

 

Il beta-cariofillene

Se avete mai notato un forte odore legnoso e piccante che ricorda ii chiodi di garofano e il pepe nei vostri germogli, allora il beta-cariofillene è presente. Il suo uso è associato al trattamento del dolore, l'ansia, la depressione e le ulcere. Questo terpene sembra anche contrastare lo stress e si trova nel pepe nero, nei chiodi di garofano e nella cannella. Vaporizza a 130°C (266°F).

 

Il linalolo

Il linalolo è il terpene che dà un profumo floreale alla cannabis, si trova nella lavanda ed è stato usato dagli erboristi per trattare l'ansia, la depressione, l'insonnia, il dolore, le infiammazioni e la neuro-degenerazione. È utilizzato per rilassarsi e per il miglioramento dell'umore. Non a caso molte persone tengono un piccolo mazzo di fiori di lavanda nella loro camera da letto, sotto il cuscino, in quanto serve a dormire meglio. Vaporizza a 198°C (388°F).

 

L’umulene

L'umulene ha un odore legnoso/terroso che ricorda il luppolo. Si trova nel luppolo, nel coriandolo, nei chiodi di garofano e nel basilico. Gli erboristi ne raccomandano l'uso come antinfiammatorio. Vaporizza a 106°C (222°F).

 

L’Ocimene

L'ocimene ha un profumo dolce, con un aroma erbaceo e legnoso. Si trova nella menta, nel prezzemolo, nel pepe, nel basilico, nel mango, nelle orchidee e nel mandarino cinese. Questo terpene ha effetti antivirali, antimicotici, antisettici, decongestionanti e può anche essere utilizzato come antibiotico. Vaporizza a soli 100ºC. Si tratta di un terpene delicato che richiede un'attenta essiccazione/indurimento dei germogli per essere ben conservato.

 

Il terpinolene

Il terpinolene ha un odore floreale ed erbaceo con un profumo che ricorda il pino. Si trova nella noce moscata, nel tea tree, nelle conifere, nelle mele, nel cumino e nei fiori di lillà. Si pensa che sia utile come antiossidante, antibatterico e antimicotico. È utile anche come calmante. Rinforza gli effetti rilassanti della cannabis. Vaporizza a 186°C (366°F).

Terpinolele terpenes occur in tea tree and cannabis

Il canfene

Il canfene è un terpene dall'odore pungente, spesso presente come componente minore in molti oli comuni come la trementina, l'olio di cipresso, l'olio di canfora, l'olio di citronella e altri. Profumo di aghi di abete e terra umida. Può essere utilizzato per le infezioni batteriche e fungine. Vaporizza a 159ºC.

 

Il beta-pinene

Con un forte odore di pino legnoso, il beta-pinene è uno dei terpeni più comuni in natura. Si trova nei pini, nel cumino, nel luppolo e nella cannabis. Vaporizza a 166ºC.

 

Δ³-carene

Dall'aroma forte, dolce e pungente, questo terpene ha l'odore terroso che ricorda una pineta umida. Può rappresentare fino al 40% dell'olio di trementina. Vaporizza a 171ºC.

 

Il terpinene

Ci sono 4 tipi di terpinene (alfa, beta, game e delta). Sono tutti liquidi incolori con un aroma che ricorda l'olio di trementina. Vaporizza intorno ai 175ºC.

 

p-cimene

Il p-cimene si trova nell'olio di cumino e nell'olio di timo. Si vaporizza a 177ºC.

 

Cannabis plant

L’eucaliptolo

L'eucaliptolo è un terpene che può costituire il 90% dell'olio di eucaliptolo. Si trova in molte piante tra cui il basilico, il rosmarino, la salvia e l'alloro. Ha un odore di menta. Questo terpene ha un effetto calmante. Vaporizza a 176º.

 

Il geraniolo

Il geraniolo è un terpene con un dolce profumo rosato. Come molti altri terpeni è ampiamente utilizzato nei profumi. Il geraniolo è un componente primario dell'olio di rosa, dell'olio di citronella e dell'olio di palmarosa. Questo terpene favorisce il rilassamento. Vaporizza a 230ºC.

 

Il nerolidolo

Il nerolidolo può assumere due forme molecolari, è un terpene presente nello zenzero, nel gelsomino, nel tea tree e nella lavanda. Ha un aroma legnoso, che ricorda la corteccia di un albero. Vaporizza a 122ºC.

 

Il guaiolo

Il guaiolo è un terpene presente nel cipresso, nel pino, nel guaiaco e nel cannabis. Si vaporizza a 92ºC e si pensa che abbia un effetto antiansia.

 

Il bisabololo

Il bisabololo ha un dolce aroma floreale. Il bisabololo è il componente principale dell'olio a base di camomilla. Gli erboristi sfruttano questo terpene per le sue proprietà curative a vantaggio della pelle, vaporizza a 153ºC. Questo terpene è noto per avere proprietà anti-irritanti, antinfiammatorie e antimicrobiche.

Tutti gli effetti dei terpeni sono affascinanti anche se pensati singolarmente. Ma l'intero argomento diventa molto più intrigante se si considera come i terpeni possano interagire con gli altri componenti naturali della cannabis e modularne gli effetti. È vero che alcuni terpeni amplificano l'effetto di specifici cannabinoidi? Alcuni esperti ritengono che questo sia proprio il caso.

A volte capita di trovare una varietà di cannabis perfetta per il proprio sistema endocannabinoide. Questo può capitare se la genetica e la stanza di coltivazione vengono attentamente selezionate e se i germogli vengono trattati al meglio: in questo modo il profilo terpenico viene stimolato e risulta perfetto.

 

Different terpenes aromas

Come migliorare il profilo terpenico con le luci artificiali LED

Ormai le luci artificiali LED sono diventate un elemento obbligatorio per molti coltivatori che vogliono produrre germogli di serie A. È vero che le luci artificiali LED costano un po'. Ma è stato pienamente dimostrato che permettono di produrre livelli superiori di cannabinoidi e un più alto contenuto di terpeni. I risultati superiori con i LED sono dovuti a livelli di sollecitazione termica intrinsecamente inferiori e a uno spettro luminoso superiore. Le lampade a vapori di sodio sono state originariamente create per soddisfare l'esigenza di illuminazione a basso costo e per l'illuminazione stradale.

Le luci HPS contengono mercurio, emettono molto calore e utilizzano molta energia producendo lunghezze d'onda meno ottimali per la coltivazione. Le luci HPS non hanno uno spettro luminoso utile per la coltivazione delle piantine di cannabis, ma hanno il vantaggio di avere uno spettro utilizzabile ed è economico. Le migliori luci LED sono state concepite con frequenze di luce ottimizzate specificamente per la coltivazione della cannabis e producono risultati di migliore qualità, ovviamente a un prezzo un po' più elevato.

Si tratta di un investimento che vi permetterà di migliorare notevolmente la qualità dei vostri germogli. Se state coltivando semi autofiorenti o semi femminizzati e volete migliorare il profilo terpenico di cannabis, potrebbe valerne la pena!

 

Il trattamento con la luce blu prima del raccolto per esaltare i terpeni

La creazione di luci di coltivazione LED regolabili in base allo spettro ha permesso di adottare alcuni nuovi approcci alla coltivazione. La serie California Lightworks SolarSystem e le luci Growspec Sunray permettono di regolare lo spettro luminoso. Vi consigliamo di rimuovere la luce rossa 2-4 giorni prima del raccolto e di lasciare solamente la luce blu, in questo modo noterete un significativo aumento della produzione di terpeni.

Ci sono diverse teorie su come e perché il trattamento con la luce blu funziona, ma sappiamo con certezza che funziona. La luce rossa è importante per la fioritura e la crescita delle gemme. Ma se la crescita dei germogli raggiunge il suo massimo appena prima del raccolto, allora potrete eliminarla 3-4 giorni prima del raccolto e non influire sulla quantità finale. Utilizzando solo la luce blu si pensa che la fotosintesi delle piantine si focalizzi solamente sulla produzione di terpeni e non sulla dimensione dei germogli.

 

Cannabis plant under blue light

 

I terpeni nelle varietà di cannabis Dutch Passion

Se vi siete mai chiesti quali terpeni contiene una varietà di cannabis, date un'occhiata alla tabella sottostante, che mostra una recente analisi sulla Lemon Kix di Dutch Passion. Questo è uno delle analisi più approfondite che siano mai state fatte e mostra quanto può essere complicato esaminare tutti i componenti presenti nella cannabis. Naturalmente ogni varietà avrà il proprio profilo terpenico. E molto dipende anche dalle condizioni di crescita e dalle condizioni di maturazione.

Lemon Zkittle terpene profile

Tutto quello che c’è da sapere sui terpeni
Aprile 9th 2019
Categorie : Pianta di Cannabis

lascia un commento