Cosa fare con l’erba già vaporizzata

Cosa fare con l’erba già vaporizzata

Molte persone preferiscono vaporizzare l'erba piuttosto che fumarla e molto spesso l'erba che è già stata vaporizzata (‘Already Been Vaped') viene semplicemente buttata via. Ciò che non sanno è che questa erba vaporizzata contiene ancora cannabinoidi e terpeni. Continuate a leggere per scoprire qualche modo in cui riutilizzare la vostra l'erba ABV.

Riassunto:
Cos’è l’ABV?
Quanto THC troviamo nell’ABV?
Come usare l’erba già vaporizzata
Si può fumare l’erba già vaporizzata?

Cos’è l’ABV?

Alcuni fanno riferimento ad ABV "Already Been Vaped", mentre altri fanno riferimento ad AVB "Already Vaped Bud". Sia che la chiamiate AVB o ABV noterete che avrà un aspetto diverso dopo la vaporizzazione. Il colore sarà cambiato da verde a marrone, ma ciò non significa che non abbia ulteriori usi.

L'aroma dell'erba già vaporizzata tendenzialmente è diverso da quello dell'erba appena macinata. L'ABV/AVB non avrà lo stesso aroma ricco dell’erba fresca, ma sarà comunque possibile distinguere alcuni terpeni che sono sopravvissuti al processo di vaporizzazione. Tuttavia, se provate a fumare la vostra cima già vaporizzata potreste notare un sapore amaro.


Weed vs already vaped weed


Quanto THC troviamo nell’ABV?

Quanto THC rimanga nella vostra cima già vaporizzata dipende da tre cose.

In primo luogo, è molto rilevante la temperatura del vostro vaporizzatore. Se si vaporizza ad una temperatura più bassa è probabile che ci siano più residui di cannabinoidi nell’ABV rispetto ad una vaporizzazione a temperature più elevate.

La seconda variabile è la durata della vaporizzazione. Se la vostra sessione è breve è probabile che nella vostra ABV/AVB ci siano più cannabinoidi rispetto all'ABV di una lunga sessione di vaporizzazioni.

La considerazione finale è quanto THC aveva originariamente la vostra erba. Se siete stati abbastanza fortunati da fumare una varietà con circa il 25% di THC, come l'Auto Cinderella Jack, allora probabilmente avrete livelli di THC residuo nella vostra ABV più alti rispetto a quelli che otterreste da un ceppo con THC inferiore.

Con tutte queste variabili è difficile dire con precisione quanto THC sia presente nella vostra erba già vaporizzata. Ma alcuni studi hanno dimostrato che può rimanere nell’ABV più di un terzo del THC originale. I feedback lasciati dai fan dell'AVB suggeriscono invece che non sia così alto e che potrebbe rimanere solo il 10%-20% del THC originale. Il miglior consiglio per chi usa un’erba AVB è di essere prudenti quando si prova il prodotto finale, nel caso in cui sia più forte di quanto si pensava.

Se dovessi rollare un joint e provare a fumare l’avb, probabilmente noteresti un gusto amaro e un effetto delicato.

Correlati:
Cos’è un alto contenuto di THC per la Cannabis?

Come usare l’erba già vaporizzata

La vostra erba ABV potrebbe non essere così forte come prima che la vaporizzaste. Ma contiene ancora cannabinoidi utili che possono essere utilizzati per un buon uso. Invece di buttare via la tua erba AVB, perché non tenerla per qualcos’altro? Di seguito sono riportati alcuni dei modi più popolari per riciclare la vostra AVB.


What to do with already vaped weed


Prodotti alimentari ABV

Un fatto importante dell'erba ABV è che è già stata decarbossilata. Ciò significa che può essere mangiata e consumata senza più bisogno di riscaldarla, il THC è già biodisponibile e psicoattivo. L'erba fresca, non vaporizzata, non è decarbossilata e quindi non fa stonare se viene mangiata.

Il processo di decarbossilazione è necessario per poter raggiungere uno sballo psicoattivo. Quando si vaporizza o si fuma erba, la decarbossilazione avviene automaticamente a causa del calore. Quando invece la si mangia, normalmente bisogna riscaldarla per decarbossilarla e renderla psicoattiva.

Dato che la cima già vaporizzata è decarbossilata la si potrebbe semplicemente cospargere sul cibo. Tuttavia potrebbe non essere molto gustosa o attraente. Molti preferiscono cercare di estrarre i cannabinoidi sciogliendoli in olii e grassi nel modo abituale e utilizzarli nei vostri cibi ABV preferiti, per esempio i brownies Abv.

Una rapida ricerca su internet vi permetterà di trovare alcune ricette Avb. Potrete facilmente fare il burro avb (o l'olio di cocco avb) dalla vostra erba vaporizzata che può essere incorporato nelle vostre ricette Abv.

Correlati:
What are cannabis edibles?

Come realizzare facilmente e rapidamente prodotti alimentari con l’erba vaporizzata

Uno dei modi più semplici per utilizzare l'erba AVB è quello di fare dei toast con un generoso strato di burro di arachidi, marmellata o Nutella, cospargerci sopra la vostra erba ABV e godere. Oppure, se non vi dispiace una sfida in più potreste cimentarvi in una space cake utilizzando burro avb.

Correlati:
How to make the best space cake


AVB soup plate 1


Re-idratare le cime vaporizzate

Sbarazzarsi del gusto amaro dell'erba ABV può avvenire umidificando nuovamente le cime. Ciò si basa sul fatto che il THC non è solubile in acqua, ma il sapore amaro sì. Per ri-umidificare la vostra erba AVB in acqua basta prendere un pezzo di stoffa di cotone leggero e avvolgere la vostra erba ABV all'interno, legarla e chiuderla bene. Poi immergete la vostra erba ABV in una tazza d'acqua e lasciatela per diversi giorni, una settimana dovrebbe essere sufficiente.

Noterete che i colori marroni sono passati dall'erba AVB all’acqua. Togliete la palla di stoffa piena di erba AVB dall’acqua e spremete bene. Poi fatela asciugare all’aria. Oppure, se avete fretta, mettetela su una teglia da forno in un forno a 75-90oC per un paio d’ore. I cannabinoidi sono insolubili in acqua e sono quindi ancora presenti nell'erba AVB, ma il cattivo sapore amaro è stato eliminato grazie alla re-idratazione dell’acqua. Potete utilizzare la vostra erba ABV re- idratata in acqua per fumare o per cucinare.

Burro di cannabis e olii ABV

Ricordate che non è necessario decarbossilare l'erba AVB perché vostro vaporizzatore se ne è già occupato. Quindi tutto ciò che dovete fare è trasferire i cannabinoidi della vostra erba AVB nell'olio o nel burro.

Per questo procedimento utilizzate i metodi standard. Di solito l'erba ABV viene aggiunta ad una padella che contiene acqua bollente e burro (o olio). Dopo 2-4 ore di ebollizione (attenzione a non far bollire a secco) i cannabinoidi si saranno sciolti nel burro/olio. Il cannabutter (burro di cannabis) o l’olio di cannabis potranno essere usati per cucinare in modo normale. Ma sappiate che la potenza del burro di canna ABV sarà solo una frazione della potenza del burro ottenuto da cannabis fresca.

L'olio di cocco è popolare tra chi produce olio di cannabis o olio d'erba ABV. È facile da comprare nella maggior parte dei supermercati e viene facilmente assorbito dal corpo.

Ricetta del burro di cannabis ABV

Di solito ci vuole un bel po' di tempo per raccogliere una quantità ragionevole di cime già vaporizzate. Siccome è molto meno potente di una cima fresca, non abbiate paura di usarne in abbondanza. Prendete una tazza d'acqua e una tazza di burro e scaldateli in una padella. Aggiungete una tazza di erba ABV, mescolate e cuocete a fuoco lento. Il THC è già decarbossilato e psicoattivo. La cottura a fuoco lento permette semplicemente al THC di sciogliersi gradualmente e meglio nel burro oppure nell’olio. Dopo un paio di ore filtratelo attraverso un panno e lasciatelo raffreddare in frigorifero. Il giorno seguente il burro o l’olio si sarà indurito e potrà essere utilizzato in cucina, nei cibi o nei toast!


AVB soup plate 2


Mangiare l’erba vaporizzata

Alla maggior parte delle persone piace fare l’olio o il burro dalla loro erba vaporizzata. Ma la si può semplicemente mangiare, se lo si desidera. Ricordate che il vaporizzatore ha già decarbossilato la vostra erba AVB quindi potete semplicemente aggiungere l'erba vaporizzata alle vostre ricette e gustarvela. Tanti preferiscono però utilizzare un processo di re-idratazione in acqua prima, per rimuovere ogni retrogusto amaro che può essere ancora presente nella vostra erba già vaporizzata.

Quante cime già vaporizzate si possono mangiare?

Molto dipende dalla vostra tolleranza personale e dalla quantità di cannabinoidi residui che rimangono nelle vostre cime già vaporizzate. Se si ritiene che l'erba "media" contenga circa il 15% di THC, allora forse quella ABV è probabilmente più vicina al 3-4% di THC (o anche meno). L'erba Abv contiene cannabinoidi, ma in quantità decisamente minore rispetto all'erba fresca.

Se sapete a grandi linee la quantità di cannabis fresca decarbossilata che siete in grado di consumare, allora probabilmente potrete consumarne in modo sicuro 5 volte in più di erba già vaporizzata. Tuttavia, la sicurezza viene sempre prima di tutto quando si tratta di prodotti commestibili. Questo perché possono passare diverse ore prima di raggiungere l'apice, quindi è importante non esagerare all'inizio. Provate con delle piccole quantità, capite i vostri limiti di potenza e rispettateli.


AVB soup plate 3


Capsule ABV

Un modo semplice per consumare le vostre cime già vaporizzate è quello di metterle direttamente in delle capsule vuote e deglutirle con una bevanda. Le capsule vuote sono facili da acquistare online o presso il vostro negozio di alimenti naturali. È possibile reperire capsule di gelatina, o equivalenti vegane. Se la vostra erba ABV è già decarbossilata, tutto ciò che dovete fare è riempire le capsule e ingoiare!

Dosaggio delle capsule di erba già vaporizzata

La tolleranza alla cannabis può variare, e varia notevolmente da una persona all'altra. Questo rende difficile, e forse irresponsabile, cercare di raccomandare dosaggi di capsule di erba ABV. Oltre all'incertezza su quel che riguarda la tolleranza, ci sono ulteriori incertezze sui livelli di THC nella vostra avb.

Tinture ABV

Se fate dell’olio di cannabis dalla vostra erba ABV potreste metterlo in una bottiglia contagocce e usarlo come tintura Avb. Ciò vi permetterà di mettere in bocca un paio di gocce in modo discreto dal contagocce ogni volta che ne avete bisogno.

Tè o caffè ABV

Alcune persone usano la loro erba AVB nel tè e nel caffè. Per fare il caffè Abv, potete mettere nel microonde il latte con un paio di cucchiaini di erba AVB dentro. Grazie al microonde, al riscaldamento e all'agitazione dell’erba ABV nel latte permettiamo ai cannabinoidi di trasferirsi dall’erba ABV ai composti grassi del latte (ricordate, i cannabinoidi sono solubili in olio e grassi).

Potete quindi versare il latte caldo attraverso il filtro del caffè direttamente nel vostro caffè e gustarlo. Il caffè ABV è particolarmente gustoso e l'aroma ricorda quello di un coffee-shop olandese.

Si può fumare l’erba già vaporizzata?

Sì, ma sappiate che l'erba AVB non ha nulla a che vedere con la dolcezza e il sapore dell'erba fresca. Ecco perché molte persone preferiscono re-idratare la loro erba ABV con l'acqua per qualche giorno prima di fumarla.

E anche allora, il fumo non sarà così potente come quello delle cime fresche e non vaporizzate. Ricordate che la maggior parte del THC e altri cannabinoidi sono stati usati durante la precedente vaporizzazione dell’erba. Ma, forse l'high meno potente dell'erba di Avb può essere utile da usare sul presto, quando non si vuole essere troppo stonati.

Ci auguriamo che troviate utili queste idee per il riutilizzo delle vostre cime già vaporizzate! Invece di buttarle via, potreste provare a tenerle e riciclarle. Buona fortuna!

Prodotti correlati:
Vaporizzatore PAX 2
Vaporizzatore PAX 3 (device only)
Vaporizzatore PAX 3 (complete kit)

Already vaped weed

Cosa fare con l’erba già vaporizzata
Giugno 12th 2020
Categorie : Prodotti Cannabici

lascia un commento