Super Sativa Seed Club x Dutch Passion: La collaborazione leggendaria continua

Super Sativa Seed Club x Dutch Passion: La collaborazione leggendaria continua

Sebbene il Super Sativa Seed Club (SSSC) possa sembrare per alcuni un nome nuovo, è stato fra le primissime aziende di semi di cannabis olandesi degli anni '80. Quando il breeding di semi di cannabis è iniziato a diventare un business serio, il Super Sativa Seed Club (SSSC) è diventato un nome importante con una grande reputazione di alcune fra le migliori genetiche originali della cannabis.

La collezione del Super Sativa Seed Club ora su Dutch Passion

Oggi il SSSC è tornato e lavora a stretto contatto con Dutch Passion. È possibile acquistare i semi del SSSC sul sito web di Dutch Passion. Dutch Passion e SSSC sono emerse entrambe negli anni '80 nei Paesi Bassi. Quindi lavorare a stretto contatto e condividere le varietà originali delle banche dei geni sembra un naturale passo avanti. Al giorno d'oggi non sono solo i semi di cannabis sativa ad essere disponibili presso il SSSC, si possono trovare anche nuovi incroci e persino i semi autofiorenti!

Il SSSC ha ottenuto le sue prime genetiche dal leggendario Nevil e da Sam lo Skunkman. Entrambi i personaggi sono stati molto influenti ai primi tempi della coltivazione della cannabis. Nevil Schoenmaker, che all'epoca era ben noto anche a Dutch Passion, è probabilmente molto conosciuto per la sua varietà Nevil's Haze. Sam lo Skunkman portò alcuni geni Skunk di alta qualità (e non solo) dalla California del Sud ad Amsterdam negli anni '80.

Il SSSC ha preso queste genetiche e ha creato alcuni ceppi di cannabis leggendari. In pochi anni è stato prodotto e venduto dalla SSSC un numero enorme di semi, poi ognuno andò per la propria strada. Ora, utilizzando il meglio delle genetiche originali SSSC, il team SSSC è tornato a lavorare a stretto contatto con Dutch Passion. Il ritorno del SSSC ha suscitato grande entusiasmo tra i coltivatori old-school che si ricordavano di loro in passato.
L’articolo seguente di High Times offre una buona panoramica indipendente della storia del SSSC.

Correlati :
High Times official review of the return of the Super Sativa Seed Club

Eccovi la storia completa del Super Sativa Seed Club:


Sam the Skunkman

Il Super Sativa Seed Club è una delle primissime banche del seme al mondo. A metà degli anni Ottanta ogni coltivatore conosceva il SSSC. Tutto ebbe inizio quando 'Sam lo Skunkman' diede a Karel Schelfhout, uno dei fondatori del SSSC ed ex squatter, l'originale Haze e la Skunk#01 dopo che si trasferì dalla California. Karel usò le genetiche di Sam per creare alcune delle varietà molto illustri che poi sono diventate Super Sativa Seed Club.

Nevil

L'unica banca del seme che esisteva prima della SSSC era di Nevil, chiamata "la Seedbank". Fondata da Nevil Schoenmaker, la Seedbank fu la prima banca del seme al mondo ad operare a livello internazionale. Nevil unì i 10 semi originali Haze, ricevuti da Sam lo Skunkman, con dei semi che raccolse durante una caccia alle varietà in Afghanistan per iniziare la sua famosa collezione di semi. La Seedbank è nota soprattutto per la varietà Nevil's Haze, ma Nevil fu anche il primo ad utilizzare il malfamato ceppo Ruderalis nel suo lavoro di breeding. I semi che Karel ricevette da Nevil, aggiunti a quelli di Sam, diventarono il primo breeding e la fondazione del Super Sativa Seed Club.

High Times

Tra il 1985 e il 1987 le genetiche di SSSC spinsero i limiti del breeding e della coltivazione in tutto il mondo. Quando la rivista High Times pubblicò in copertina una storia sulla banca del seme olandese, le vendite esplosero. In meno di due anni il SSSC vendette milioni di semi negli Stati Uniti, in Europa e in Asia. Dopo due anni di
grande successo l'avventura si concluse. I fondatori andarono per la loro strada e la maggior parte della collezione di semi di SSSC si perse.

Genetiche leggendarie



“L’erba cattiva non muore mai" è una traduzione letterale dell'espressione olandese "onkruid vergaat niet". E questo fu esattamente ciò che successe. Dopo la fine dell'avventura della SSSC, Karel mise in salvo una pianta molto importante, una figlia della Haze e della Skunk#01 originale. Karel ha conservato le talee di questa preziosa pianta per più di 30 anni e l'ha chiamata “Old School Haze". Le genetiche rimanenti del SSSC sono materiale leggendario, persino adesso molte varietà hanno ancora il DNA dei semi originali di SSSC. Tutte le piante con un sapore Haze o Skunk hanno probabilmente nonni nati dai semi di SSSC.

Mantenere viva la leggenda

Negli anni '90 Karel e il suo team spostarono l'attenzione verso la conservazione delle genetiche e il breeding di nuovi ceppi di cannabis per i Coffee Shop di Amsterdam. Nello stesso momento Karel lavorava allo sviluppo di tecniche avanzate di coltivazione indoor. Questo lo rese un'autorità nel campo delle genetiche d'elite, del breeding e della coltivazione. Fu in questo periodo che il figlio di Karel, Kees, che aveva lavorato e coltivato le sue piante a Barcellona, si unì a lui. I suoi prodotti sono un grande successo nei Cannabis Social Clubs, specialmente la sua caratteristica varietà della Haze di Karel's Haze. Kees rappresenta la nuova generazione di breeders. Lavora con grande passione e ha l'ambizione di mantenere viva la leggenda.

Karel

Karel from Super Sativa Seed Club

Negli anni Ottanta Karel faceva parte della scena underground di squatters, dove fumare erba era parte integrante del loro stile di vita. Curiosi delle possibilità di coltivarsi la propria erba, apparvero i primi coltivatori. Questi pionieri erano alla ricerca di nuove tecniche per coltivare marijuana di qualità indoor. E fu così che Karel iniziò a sperimentare con strutture di coltivazione indoor in case abbandonate, usando lampade professionali per la coltivazione, sviluppando fertilizzanti minerali e coltivando le piante su lana di roccia. Questa tecnica di coltivazione senza terra venne copiata dalle industrie agricole limitrofe che coltivavano in serra.

Kees

Kees from Super Sativa Seed Club

Kees si domandava sempre dove suo padre comprasse l'erba con quel gusto old- school di qualità. Nel 2015 scoprì che suo padre aveva segretamente coltivato la OSH (Old School Haze) in un luogo nascosto per tutti questi anni. Essendo lui stesso un breeder, Kees era convinto che le vecchie genetiche fossero molto preziose. Ha voluto reintrodurre così il gusto e la qualità originale della Haze. Grazie ai suoi sforzi, il SSSC è ora in grado di vendere i semi originali OSH, oltre alle numerose altre genetiche speciali della vecchia collezione di semi.

Super Sativa Seed Club x Dutch Passion: La collaborazione leggendaria continua
Giugno 26th 2020

lascia un commento