La Top 5 dei semi Autofiorenti dai raccolti migliori

La Top 5 dei semi Autofiorenti dai raccolti migliori

Molti coltivatori di cannabis ritengono che il raccolto sia la cosa più importante. Per raccolto si intende la quantità di infiorescenze prodotte dalla pianta. I semi autofiorenti ad alto rendimento sono quelli specificamente raccomandati in grado di produrre raccolti più abbondanti. Invece, altri coltivatori, più attenti alla qualità restii nel coltivare ceppi autofiorenti ad alto rendimento se ritengono che la qualità possa venir sacrificata per la quantità. Ma le raccomandazioni di Dutch Passion riguardano tutte semi autofiorenti ad alto rendimento che producono cannabis dai livelli di THC molto elevati. Con i nostri semi autofiorenti ad alta qualità è possibile unire livelli di THC che superano il 20% ad una produzione più che elevata.

È stata una scelta difficile, dato che nessuna delle autofiorenti di Dutch Passion è a basso rendimento. Tutte hanno delle attrattive speciali, dall'Auto Cinderella Jack con livelli di THC che superano il 25% all’Auto Duck con le sue foglie uniche capaci di mimetizzarsi, tanto adorate dai coltivatori outdoor. Quindi, con qualche difficoltà, ecco la top 5 dei semi autofiorenti ad alto rendimento di Dutch Passion:

  • Auto Ultimate, un ceppo ibrido autofiorente forse in grado di produrre più di tutti
  • Auto Lemon Kix, varietà speciale USA autofiorente con livelli di THC eccezionalmente elevati
  • Think Different, un classico ceppo di autofiorente sativa nonché una delle nostre autofiorenti più vendute di sempre
  • Auto Daiquiri Lime, varietà USA sativa autofiorente dal grande gusto e dalle fioriture enormi

Qual è la produzione normale di una pianta di cannabis autofiorente?

È importante menzionare all'inizio che il raccolto di un’autofiorente è influenzato da diversi fattori, non solo dalla genetica dei semi. L'ambiente di coltivazione è fondamentale per la resa finale. Un coltivatore esperto capirà come evitare di stressare le piante con temperature estreme e altri errori che possono provocare un raccolto ridotto. Il tipo di illuminazione durante la coltivazione e i livelli di PPFD (un’unità di misura dell'intensità/qualità della luce) giocheranno un ruolo importante nel determinare la resa finale dell'autofiorente. Un altro fattore importante che massimizzerà la produzione è un attento controllo dei nutrimenti delle piante. Le tecniche di coltivazione ad alto rendimento come la DWC (coltura in acque profonde) possono garantire raccolti migliori, ma richiedono uno stretto controllo ed una precisa comprensione nella gestione dei nutrienti. L'ottimizzazione delle condizioni della grow-room per massimizzare la resa delle autofiorenti richiede un'attenta pianificazione.

I seguenti link possono aiutare a spiegare meglio:

Ci sono molte tecniche diverse per coltivare semi di cannabis autofiorenti. Molti coltivatori direbbero che le maggiori produzioni autofiorenti provengono da piante coltivate con tecniche idroponiche tipo la DWC. Coltivatori esperti in tecnica DWC con illuminazione a LED di qualità sono in grado di ottenere regolarmente produzioni di autofiorenti di oltre 250 g per pianta. Il raccolto più abbondante da un autofiorente mai visto da Dutch Passion è stato di circa 1Kg di cime essiccate di un Auto Ultimate.

Coltivatori esperti che utilizzano metodi di coltivazione con fibra di cocco (molto arieggiata e leggera), luci di coltivazione a LED di qualità, e airpot da 15 litri potranno ottenere regolarmente produzioni autofiorenti di oltre 100g per pianta. Utilizzando invece semi autofiorenti ad alto rendimento si potranno ottenere circa 150g-200g in condizioni di coltivazione ottimizzate.

Coloro che coltivano con terreno o compost utilizzando airpot da 15 litri ed un terreno di qualità acquistato in grow-shop potrebbero ottenere in media circa 50-75g a pianta, con le nostre autofiorenti migliori in grado di produrre circa 100-150g.

Naturalmente, questi numeri sono solo una linea guida. Molto dipende dal singolo coltivatore, ma anche dall'illuminazione, dalle genetiche e da altri fattori ambientali. Alcuni coltivatori di autofiorenti esperti con growroom professionali standard possono trovare che questi numeri siano fin troppo prudenti, mentre i nuovi coltivatori potrebbero pensare che questi raccolti di autofiorenti siano persino ambiziosi.

Ecco una sintesi dei fattori più importanti che influenzano la produzione delle autofiorenti:

  • L’illuminazione. Le luci a LED sono superiori a quelle HPS. Un LED potente e di qualità è la soluzione migliore.
  • L'esperienza generale del coltivatore. Comprendere le necessità delle piante e la loro gestione è fondamentale. Evitare errori di base è essenziale nella ricerca di un raccolto abbondante.
  • Il metodo di coltivazione. Ogni metodo di coltivazione, e l'abilità con cui viene applicato, ha un effetto chiave sulla resa finale delle autofiorenti.
  • Il controllo dei nutrienti. Evitate l’alimentazione eccessiva o insufficiente, inoltre è fondamentale mantenere le piante con la miglior condizione nutritiva dalla germinazione al raccolto.
  • La genetica. Anche il miglior coltivatore del mondo non otterrà raccolti abbondanti e di buona qualità con dei semi mediocri. Ricercate i migliori semi autofiorenti ad alto rendimento che potete acquistare.
  • Stress della pianta. Evitare qualsiasi stress alla pianta e permetterle di prosperare serenamente è ciò che consigliano tutti i migliori coltivatori. Evitate le temperature estreme, la troppa umidità, lo stress causato da parassiti o da malattie, ecc.

I migliori semi di cannabis autofiorenti dai grandi raccolti

Auto Ultimate : la nonna di tutte le autofiorenti a grande produzione

Auto Ultimate

Impiegando dalle 12 alle 15 settimane per passare da seme a raccolto, l’Auto Ultimate è la varietà autofiorente con il più alto rendimento mai visto da Dutch Passion. Se volete coltivare la varietà autofiorente più produttiva, non dovete cercare oltre, l’Auto Ultimate è il seme autofiorente che fa per voi! Si tratta di un seme ibrido indica/sativa della nostra collezione vincente di Cannabis Cup della Classic Cannabis Seed Strains. Le genetiche parentali derivano dal seme femminizzato fotoperiodico "The Ultimate”. Si tratta di un best seller consolidato dalla produzione XXL, raro ma genuino che fu incrociato con l’Auto Mazar per creare l’Auto Ultimate.

Queste genetiche autofiorenti ad alto rendimento richiedono un po' più di tempo per terminare di crescere rispetto alle tipiche autofiorenti da 75 giorni. Il periodo di 12 / 15 settimane necessario per coltivare l’Auto Ultimate può essere allungato ulteriormente di un paio di settimane, ma la produzione eccezionalmente abbondante vale tutta l’attesa. Così come lo è la fumata o la vaporizzata che ne deriva in quanto si tratta di una varietà ad alto contenuto di THC. Possiamo ottenere livelli di THC che superano il 20% nelle condizioni ottimali, insieme ad un grandioso high di benessere che placherà qualsiasi dolore fisico e farà svanire ogni stress.

Le genetiche élite di un seme autofiorente come questo si scoprono solo dopo molti anni di attento breeding professionale. Svariati clienti di Dutch Passion hanno smesso di acquistare le loro normali varietà di semi autofiorenti una volta visti i risultati dell’Auto Ultimate ad alto rendimento!

Indoors l’Auto Ultimate può raggiungere fino a 1,25 m. È un po' più alta rispetto alla media delle autofiorenti di Dutch Passion. I semi della Auto Ultimate tendono ad essere preferiti da coloro che vogliono un high potente e senza compromessi con i raccolti più abbondanti. Anche se ciò significa aspettare un paio di settimane in più del solito a raccogliere il bottino.

L’Auto Ultimate cresce bene anche outdoor. La produzione delle autofiorenti outdoor a volte può essere leggermente inferiore rispetto a quella indoor. Questo perché le piante outdoor hanno a che fare con un’intensità di luce più bassa e occasionalmente anche con il maltempo.


Correlati:
Auto Ultimate expertly grown in an airpot under LED By Tang

Auto Ultimate grown in DWC with LED growlights


Auto Lemon Kix: livelli di THC estremi con un vero tono fruttato

Auto Lemon Kix: Extreme THC levels with a seriously fruity twist

L’Auto Lemon Kix è uno dei migliori semi autofiorenti ad alto rendimento di Dutch Passion. Si tratta di uno dei membri esclusivi della nostra collezione di semi con THC estremamente elevato, il che significa che possiamo trovare livelli di THC che arrivano al 25% in condizioni ideali. Questa potenza estrema unita ai raccolti massicci, offre la combinazione ideale sia per il coltivatore domestico che per il coltivatore commerciale. I semi di Auto Lemon Kix hanno anche dimostrato di produrre alti livelli di CBG (cannabigerolo) e CBC (cannabicromene).

L'Auto Lemon Kix ha un’incredibile profilo terpenico con un forte aroma agrumato e un gusto fruttato tropicale. E' un autofiorente ad alta produzione, invitante alla vista che regala una fumata o vaporizzata estremamente soddisfacente. Come il resto della collezione di semi autofiorenti di Dutch Passion, anche l’Auto Lemon Kix cresce bene con una luce di 20 ore giornaliere in indoor. Questa varietà impiega dalle 10 alle 11 settimane per passare da seme a raccolto. È un po' più veloce rispetto all’ Auto Ultimate quindi può essere più adatta ai coltivatori che preferiscono una crescita più rapida.

L’Auto Lemon Kix tende a rimanere al di sotto del metro in indoor. È una varietà semplice da coltivare con raccolti abbondanti di infiorescenze molto potenti ed un grande aroma fruttato. I terpeni dominanti sono il Terpinolene, il Beta Caryophyllene e il Beta Myrcene.

Think Different: Sativa stupefacente, facile da coltivare con raccolti XXL

Think Different: Stunning sativa, easy to grow with XXL yields

La Think Different è stata una delle prime varietà autofiorenti di Dutch Passion a uscire sul mercato e da allora è rimasta tra le prime 5 autofiorenti più vendute. Con il suo potente high sativo, questa varietà classica di semi autofiorenti offre fioriture numerose, lunghe e compatte.

Oltre alla produzione elevata, la Think Different regala una fumata incredibilmente piacevole con un’high molto potente. La Think Different proviene dalla collezione di semi con THC molto elevato di Dutch Passion, quindi troverete livelli di THC che arrivano al 20% in condizioni ottimizzate. Chiunque sia alla ricerca di semi di cannabis autofiorenti ad alto rendimento non rimarrà di certo deluso dalla Think Different. Se siete abituati a delle autofiorenti di media produzione, rimarrete sorpresi nel constatare quanto siano diventati buoni i semi autofiorenti di alta qualità ad alto rendimento. Alcuni coltivatori di semi di Think Different, specialmente gli amanti della sativa, ritengono che questa varietà sia imbattibile.

La Think Different tende a rimanere intorno al metro di altezza o leggermente inferiore in indoor, impiegando circa 75 giorni per passare da seme a raccolto, a volte necessita una o due settimane in più. Anche la produzione outdoor dei semi autofiorenti di Think Different è eccellente. Outdoor, spesso richiede un paio di settimane in più per finire il ciclo di coltivazione rispetto alle piante coltivate indoor.


Correlati:
Epic Think Different grow with LED, Plasma and HPS lights with CO2 supplementation by Mr Ganjamoto

Chunky Think Different grow indoors with airpots under LED by Tang

Think Different SCROG grow with 1.2kW of HPS and CO2 supplementation

270g dry yield from Think Different grown in a loft in 6litres of coco fibre with a 400W HPS light


Auto Critical Orange Punch: vincitrice della Top 10 delle autofiorenti di High Times!

Auto Critical Orange Punch: High Times Top 10 autoflower champion!

L’Auto Critical Orange Punch ha valori di THC molto elevati di circa il 20%, ma ha il valore aggiunto di avere un prezzo accessibile per i coltivatori che hanno un budget limitato. Ma non c'è nulla di economico nelle genetiche che sono state inserite da High Times nella Top 10 delle varietà autofiorenti del 2018. Un raro onore per qualsiasi varietà di cannabis, di solito riservato a varietà molto speciali che combinano raccolti eccezionali e infiorescenze incredibilmente forti.


Correlati.
Auto Critical Orange Punch makes High Times Top 10 autoflower strains


Le acclamate genetiche provengono originariamente dalla Grandaddy Purps x Orange Bud. Questo ibrido è conosciuto come Orange Punch. Ciò ha dato grande potenza e gusto, ma i rendimenti non erano ancora spettacolari fino a quando non fu incrociata con l’élite XXL Auto Kritical Bilbo. I semi dell’Auto Critical Orange Punch derivati producono fioriture belle grosse e resinose.

Una volta essiccate, le infiorescenze hanno un aspetto quasi bianco a causa degli altissimi livelli di THC. Con un aroma di arancia piccante e un gusto agrumato, questa varietà autofiorente ad alto rendimento è un membro orgoglioso della Dutch Passion Orange Family.

Si tratta di semi autofiorenti di qualità superiore, ad alto rendimento, che producono risultati di alto livello. Indoor impiegano circa 75 giorni per passare da seme a raccolto, di solito rimanendo intorno o sotto il metro di altezza. Anche la produzione outdoor è molto alta con questa varietà. Per crescere bene ha bisogno di un luogo riparato con molta luce diretta del sole e un terreno nutriente di buona qualità. Una volta che avete coltivato i migliori semi autofiorenti e prodotto una pianta forte, pronta per il raccolto, tutto quello che dovrete fare è tagliare, asciugare ed essiccare le infiorescenze. Prendetevi il tempo necessario per questa fase e state certi che godrete di alcune fra le cime più gustose e soddisfacenti che abbiate mai coltivato.


Correlati.
Come essiccare e conciare la cannabis


Auto Daiquiri Lime: semi speciali USA autofiorenti ad alto rendimento

Auto Daiquiri Lime: USA Special high yield autoflower seed

Chiunque sia alla ricerca di un seme autofiorente ad alto rendimento con le migliori genetiche USA dovrebbe seriamente dare un'occhiata all'Auto Daiquiri Lime. Le genetiche provengono da un fenotipo unico della Californian Orange con un forte sapore di limone agrumato che è stato poi ibridato con un taglio eccezionalmente resinoso della Sour Diesel USA fotoperiodica.

I terpeni delle migliori varietà USA diesel sono difficili da battere, quindi aspettatevi grandi sapori in stile USA e rendimenti altrettanto elevati. Questa autofiorente ad alto rendimento ha la potenza suprema e tipica di Dutch Passion con un aroma insolitamente ricco e accattivante fruttato e di diesel accompagnato ad un gusto fresco e acidulo. I semi di Auto Daiquiri Lime sono popolari tra gli amanti delle genetiche USA, specialmente coloro che adorano gli aromi potenti dei loro raccolti.

I livelli di THC su questa varietà sono classificati ufficialmente come "molto alti", quindi aspettatevene circa il 20% in buone condizioni. Ciò vi garantirà un high molto potente e un'esperienza estremamente piacevole, tipico di tutti i ceppi ricchi di THC della collezione di semi speciali USA di Dutch Passion.


Correlati:
380g dry harvest from Auto Daiquiri Lime grown in an airpot of coco fibre under LED

Raccolto di autofiorenti Outdoor, consigli e suggerimenti per la coltivazione

Molti coltivatori outdoor ritengono che i semi autofiorenti siano essenziali per i loro progetti di guerriglia. Outdoor, i semi di cannabis autofiorenti impiegano circa 100 giorni per passare da seme a raccolto, a volte leggermente di più. Parliamo di un paio di settimane in più rispetto a quanto ci voglia per coltivare semi autofiorenti indoor. Il tempo in più è dovuto al fatto che le condizioni di coltivazione all'aperto sono meno intensive rispetto alle coltivazioni indoor. Uno dei motivi è il fatto che indoor ricevono circa 20 ore di luce giornaliera - più di quella che ricevono le piante outdoor in natura.

La chiave per ottenere la massima produzione dalle autofiorenti outdoor è quella di combinare semi autofiorenti ad alto rendimento con un ambiente di coltivazione ottimizzato. Ricordate, anche un seme autofiorente ad alto rendimento non sarà in grado di esprimere tutto il suo potenziale se non gli si fornisce il giusto ambiente di coltivazione. Cercate un luogo riparato che possa offrire una corretta protezione dai venti e che riceva la maggior quantità possibile di luce solare diretta. Se la qualità del suolo locale è scadente, portate un po' di terra acquistata in grow-shop nel luogo di coltivazione e magari arricchitela con dei fertilizzanti o nutrienti.

Potrebbe essere necessario proteggere le vostre piante autofiorenti outdoor. Molti coltivatori applicano regolarmente pellet anti-lumache per proteggere le loro piante. Un altro consiglio utile è quello di proteggere le piante dagli animali da pascolo come conigli, cervi, e capre selvatiche, utilizzando recinzioni da giardino (tipo il filo di ferro) intorno alle vostre piante che possono essere fissati direttamente intorno alle piante con dei picchetti per tende e rami.

Nei periodi di siccità può essere necessario trasportare dell'acqua alle piante, quindi sarebbe utile localizzarle vicino ad una fonte d'acqua tipo un ruscello. Alcuni coltivatori aggiungono un light top al terreno, o qualche sostanza nutritiva per la fioritura appena le piante iniziano a fiorire.


Correlati.
Growing cannabis outdoors, tips and advice

Growing cannabis outdoors in difficult weather conditions


Molte persone coltivano i semi di cannabis autofiorenti in serra, in quanto si possono ottenere raccolti ancora più elevati rispetto all’outdoor. Questo perché una serra può aiutare a proteggere le vostre piante dalle intemperie e a mantenere le temperature di diversi gradi al di sopra di quelle esterne. Se state coltivando autofiorenti in una serra, verrete sicuramente ripagati nel coltivare i nostri semi autofiorenti a produzione elevata.


Correlati.
Growing cannabis in a greenhouse


La differenza tra una produzione di autofiorenti abbondante ed una produzione di autofiorenti nella media può essere enorme mentre la differenza di costo tra i semi autofiorenti ad alto rendimento e i semi autofiorenti normali è di solito di pochi euro a seme. Ha quindi senso fare una ricerca accurata sulla scelta dei semi autofiorenti. Scegliete una banca del seme che vi possa dimostrare clienti numerosi e soddisfatti e magari qualche cannabis cup vinta insieme ad una comprovata esperienza di anni e dovreste essere a posto.

Capire la produzione delle Autofiorenti vs le Fotoperiodiche

Maximize your autoflower seeds yield

Ricordate che potete ottenere raccolti indoor XXL da semi femminizzati così come da semi autofiorenti. Quando scegliete tra semi femminizzati e semi autofiorenti per una coltivazione indoor, il problema della produzione raramente è un fattore chiave. Di solito sono altri i fattori chiave che determinano se il coltivatore opta per semi femminizzati o per quelli autofiorenti : le preferenze del coltivatore, la quantità di tempo disponibile per un ciclo di coltivazione o la scelta delle genetiche.

Quando si tratta di coltivazione outdoor ci sono più considerazioni da fare quando si deve scegliere tra semi autofiorenti e semi femminizzati fotoperiodici. Un vantaggio della coltivazione di semi femminizzati outdoor (rispetto ai semi autofiorenti outdoor) è che i semi femminizzati hanno un ciclo di crescita più lungo.Tipicamente una varietà femminizzata outdoor impiega circa 6 mesi a passare da seme a raccolto, quasi il doppio del tempo di un’autofiorente. Ciò significa che è possibile raccogliere diversi kg da una varietà femminizzata outdoor, mentre una varietà autofiorente sempre outdoor è in grado di produrre al massimo qualche centinaio di grammi. La produzione delle autofiorenti outdoor a volte è un po' inferiore a quella indoor, anche se tanto dipende dalle condizioni esterne.

Le piante femminizzate outdoor possono raggiungere i 3-4 metri di altezza ed essere difficili da nascondere. Al contrario, le piante autofiorenti normalmente raggiungono il metro di altezza outdoor e sono relativamente facili da nascondere dietro ortiche, cespugli, ecc. La scelta dipende da voi e dalle vostre circostanze di ambiente esterno.

I semi autofiorenti, con un ciclo di vita breve, vengono spesso preferiti dai coltivatori che vivono in luoghi con estati molto brevi, tipo le estati scandinave o canadesi.


Correlati.
La Top 5 delle varietà di cannabis outdoor


Come massimizzare il tuo raccolto autofiorente

Anche le autofiorenti a grande produzione non saranno in grado di produrre e prosperare correttamente se vengono trattate male o coltivate in condizioni sfavorevoli. Per poter sfruttare appieno il potenziale dei vostri semi autofiorenti ad alto rendimento, dovete farli crescere bene e dovete fornirgli un ambiente in cui possano prosperare facilmente.

E qui non esiste nessun sostituto in grado di eguagliare anni di esperienza e di conoscenza. Molti coltivatori vogliono sapere come si fa per ottenere una grande produzione di autofiorenti e vogliono avere consigli. Alcuni dei link forniti in questo articolo vi aiuteranno a capire meglio come ottimizzare la vostra grow room e le condizioni di coltivazione.


Correlati.
How to grow autoflower cannabis seeds



Per ottenere i risultati migliori da un autofiorente è necessario iniziare dai semi autofiorenti ad alto rendimento. Ma bisogna anche padroneggiare uno stile di coltivazione preferito. Sia che coltiviate in terra, in fibra di cocco o con sistema idroponico, dovete sentirvi sicuri in tutte le fasi della crescita delle piante e della gestione dei nutrienti.

I semi autofiorenti hanno un ciclo di vita fisso, qualsiasi problema nutrizionale costerà alla pianta tempo prezioso per il recupero. Se si ‘bruciano' le piante fornendogli sostanze nutritive troppo forti la pianta potrebbe non avere il tempo di riprendersi completamente e la crescita verrà permanentemente bloccata. Allo stesso modo, dare alle piante nutrienti insufficienti ridurrà la crescita e la salute delle stesse, a scapito della resa finale. Se, invece date alle vostre piante una luce insufficiente, non saranno in grado di fotosintetizzarsi a sufficienza e produrranno meno. Sovraccaricandole di troppa luce non saranno in grado di raggiungere appieno il loro potenziale. Dovrete evitare le temperature estreme e cercare di mantenere le vostre autofiorenti in piena salute per tutto il ciclo di coltivazione.

Un suggerimento molto utile per una buona produzione è quello di provare a passare ai vasi in geotessile (di feltro) o airpots invece di utilizzare vasi tradizionali. Livelli extra di aerazione delle radici assicurano una rete di radici più sana e più estesa. Questo a sua volta favorirà ulteriormente la produzione delle autofiorenti.


Correlati.
Le radici della cannabis. Radici sane significano piantine di cannabis sane


Un altro suggerimento per ottenere buoni risultati da un autofiorente è quello di dare alla pianta una settimana o due in più a fine ciclo di coltivazione. Le piante infatti possono continuare a produrre quel tantino in più da regalarvi qualche etto extra oltre alla normale data del raccolto. Ma questo step potrà contribuire a rendere lo "sballo" un po' più forte, cosa che non si piace a tutti.

Molti coltivatori di autofiorenti hanno scoperto che il passaggio dalle HPS alle luci di coltivazione a LED ha portato ad una potenza superiore. Scegliete e usate bene le vostre luci a LED e aumenterete sicuramente sia la produzione che la potenza.

Coltivando in una tipica grow-box di 1,2 m x 1,2 m il rendimento di una coltivazione di autofiorenti solitamente si aggira intorno al grammo per watt con una luce di coltivazione di buona qualità come un LED. Di solito i coltivatori che utilizzano le HPS ottengono poco meno di 1 grammo per watt.

Godetevi la vostra coltivazione di semi autofiorenti ad alta produzione!

Oltre a ottimizzare la vostra grow-room e a spingere i vostri semi autofiorenti al massimo del loro potenziale, vi auguriamo tanto divertimento mentre coltivate i vostri semi. Molti coltivatori di cannabis ricavano un sacco di piacere e di soddisfazione dalla coltivazione delle loro piante. Scegliete con cura i vostri semi e godetevi la coltivazione di piante di cannabis con una grandissima produzione!

La Top 5 dei semi Autofiorenti dai raccolti migliori
Maggio 22nd 2020
Categorie : Varietà di Cannabis

lascia un commento